Esposizioni del maestro Alessandro Rocchi

Esposizioni

1990: Inizia la sua sperimentazione con studi e rivisitazioni sul neoclassico.
1996: Esposizione collettiva alla Galleria d'Arte di Roma "Studi Logos".
1998: Partecipa alla Biennale di Ronciglione.
1999: Espone alla galleria d'arte di Bari "Elisir Art Gallery".
2000: Esposizione permanente alla galleria d'Arte "Porta all'Arco" di Siena.
2001: Inaugura la sua mostra personale alla Galleria "Borghese" nel comune di Mentana (Rm), con il patrocinio dell'assessorato e del comune dove risiede e lavora, riscuotendo molteplici consensi.
2002: Viene selezionato e prescelto nel Concorso Nazionale di Scultura del comune di Spinetoli (AP). La commissione giudicatrice lo ha valutato come secondo classificato e l'opera vincitrice è in mostra permanete nel Museo di Scultura dello stesso comune.
2003: Inizia la ricerca che lo porterà al ciclo della "Nuova Figurazione".
2005: Partecipa al premio nazionale delle arti "Omnes Artes 2005", il presidente di giuria, professore Angelo Nardoni, gli conferisce il "Primo premio assoluto", nella sezione di scultura.
2007: L'evoluzione della sua ricerca lo porta al concepimento del "Tempo Universale".
2009: Partecipa al Premio Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea "Premio Giotto" a Padova dove, gli viene assegnata dal presidente Andrea Diprè la premiazione di secondo classificato, nella sezione scultura.
2011: Mostra Personale, "Mercato antologica" al Museo d'Arte Contemporanea di Fonte Nuova di Davide Tedeschini
(Roma). Sono presenti le terrecotte policrome della serie battezzata "Il tempo universale" tramite le quali, col sostegno di un manifesto teorico aveva definito la scultura quale una sorta di archetipo dell'inconscio collettivo in cui presagi, ricordi ed esperienze comuni al genere umano venivano messi in forma tramite il medium evocativo della scultura.
2012-13: In questo periodo si avvicina e sperimenta la metafisica e il surrealismo toccando anche il tema dell' inquinamento con l'uso di ceramiche policrome. Riprende anche il ciclo delle maternità, tema ricorrente nella sua poetica.
2013: Mostra personale antologica al Museo Magma (CE), sotto la direzione artistica del dott. Paolo Feroce e del critico d'arte Emiliano D'Angelo. Alcune sculture sono tuttora in esposizione permanente nel Museo. 2014 Alcune opere sono esposte in permanenza alla galleria "Nuova Arcadia" di Mentana (RM).
2014: Alcune opere sono esposte all'aperto al Museo dell'ex Convento di San Michele a Montecelio, al GASM.
2014: Esposizione a cura di Giorgio Bertozzi alla fiera di Reggio Emilia, "Immagina Arte in Fiera" presso lo stand della galleria Vista di Roma.
2014: Esposizione nella collettiva "Quintessenze" all'Abbazia di San Nilo, a Grottaferrata (RM) 2015 Esposizione a cura di Giorgio Bertozzi a "Vernice art Fair" a Forlì presso lo stand della galleria Neo Art Gallery.
2015: Selezionato e prescelto per Primo Simposio di Scultura Contemporanea "COETUS" un esposizione al MAC - Museo Civico di Arte Contemporanea a Capua (CE)
2016 /marzo: Mostra personale "Tra l'inconscio e il razionale", Fondazione Museo Venanzo Crocetti – Roma
2016 /Settembre: Mostra collettiva " Quintessenze" alle scuderie Estensi a Tivoli, unico scultore invitato.
2016/Ottobre:Mostra collettiva"La donna protagonista dell'arte" frattina associazione culturale nazionale.
2017 / da marzo espone opere in permanenza per tutto il 2017 e 2018 alla galleria "ORLANO ARTE" di Brescia. Presentate al pubblico in speciali televisivi.
2017 / Esposizione di opere in permanenza alla "galleria d'Arte RIBELLA" di Viterbo